Chi siamo

LOGO SITO INTERNET(1)

Madreselva è un’Associazione di promozione sociale costituita nel 2013 a Villadeati (AL). Ha come scopo la tutela, la conservazione, la valorizzazione e la promozione di tutte le risorse ambientali e paesaggistiche relative al territorio del Basso Monferrato.
In questo sito troverete tutte le notizie relative alle nostre attività ed anche molto materiale, consigli e guide sul nostro Territorio, la sua storia e le sue bellezze.

E’ online il nostro Statuto sociale

 

Associazione Madreselva: Discorso di presentazione della Associazione

                                               Villadeati – Chiesa di S. Remigio – 7 giugno 2015

                                                 Dott. F. Allegranza – Presidente Associazione Madreselva

“Ringrazio il Sig. Sindaco di averci dato l’opportunità di presentare in questa sede la nostra Associazione con la sua breve storia e di esporre i nostri programmi ed aspettative, non solo, ma anche di poter raccontare con quali occhi noi vediamo Villadeati ed il suo territorio.

Villadati 31-12-07

Di valorizzazione e sviluppo del territorio comunale se ne parlava già da tempo, ma l’acuirsi della crisi economica ci aveva rapidamente convinti, già alcuni anni fa, che nessuna componente esterna, nel breve termine, sarebbe intervenuta a darci una mano e che l’iniziativa doveva necessariamente partire da noi stessi. Abbiamo deciso in sei Soci Fondatori di creare una Associazione. Ci siamo dati uno Statuto.                                                                                     E intanto ci siamo chesti: Cosa abbiamo qui  da proporre?

E dunque: quello che soprattutto colpisce il visitatore quando viene qui da noi è il paesaggio. Dominato dalla grande dorsale del Bricco di S. Lorenzo, con accanto il profilo del Castello in alto e più in basso i borghi che si allungano sulle colline e degradano verso le valli. Intorno: vasti panorami spettacolari in tutte le stagioni. Anche in caso di nebbia!dicembre08 238

E poi il bosco, anzi i boschi, estesi, con la grande varietà di alberi, di animali, di fiori dalle ricche e preziose fioriture. Le fontane , da sempre visitate, usate, custodite. I viottoli ed i sentieri  anche questi un tempo usati per raggiungere i paesi vicini, percorsi dai contadini, dai boscaioli, dai cacciatori, dai minatori, che per vie dirette attraverso il bosco, raggiungevano le cave di pietra. Tracce di umanità che il bosco ha custodito e ci restituisce. Espressione viva di uno stile di vita rurale e contadino  che  appartiene  ancora a questa comunità e che la nostra azione deve saper ricuperare e valorizzare nei suoi aspetti fisici-materiali e culturali.

P1200766

Questo è quel che abbiamo qui di speciale e questi sono gli elementi che inizialmente abbiamo preso in considerazione.    Abbiamo allora strutturato un primo facile percorso intorno al Bricco di S. Lorenzo, dotandolo di cartelli didattici per concretizzareuna attività che fosse anche di tipo educativo, rivolta in primo luogo alle fasce più giovani della popolazione. L’obiettivo è di far conoscere e far apprezzare l’originalità di questo territorio ed il valore e le opportunità che in prospettiva ne possono derivare, in modo da indurre nei giovani, ed anche nei meno giovani, uno spirito di collaborazione convinta e partecipata, associato ad un senso di orgoglio di appartenenza.                                                                               In questa attività abbiamo cercato l’appoggio della Amministrazione Comunale che, bisogna dire, un pò ci ha seguiti ed un pò ci ha preceduti, andando anche oltre con  l’attività di ricupero del borgo  vecchio e delle fontane  nel bosco.203

Più recentemente si è concretizzata per noi  una  nuova  opportunità,  rappresentata dal Cammino delle    Colline del Po, un itinerario che  porta, a piedi,  daTorino a Casale Monferrato eche ha come asse portante il tratto Superga – Vezzolano – Crea  (già tracciato anni fa da un nostro conterraneo,  Cesare  Triveri,  del CAI di Casale , originario di Odalengo Piccolo). La Regione lo propone come itinerario devozionale lungo la Antica Via Francigena. Come Associazione, insieme alla Amministrazione Comunale, abbiamo aderito alla proposta di partenariato per la sorveglianza e la custodia del tratto  di percorso che attraversa il nostro territorio. La presenza di un Ostello nel nostro Comune, potrà indurre molti degli escursinisti a fermarsi, ad utilizzare i nostri sentieri ed anche ad interessarsi del ricco patrimonio artistico e culturale presente a ridosso del nostro Comune (Chiese Romaniche del Monferrato astigiano,  Sacro Monte di Crea, Circuito UNESCO degli “Infernot”, ecc.). Ritengo che la disponibilità  di un  patrimonio di indiscusso valore sia un aspetto che dovremo considerare attentamente ed enfatizzare con iniziative che come Associazione abbiamo già allo studio

primavera 2005 350

Da ultimo, e concludo,  la nostra Associazione si propone come supporto alla Amministrazione Comunale nella attuazione di una politica di tutela e rivalutazione del territorio rurale, quale è quello del Comune di Villadeati. Il  nostro ruolo è proprio quello di contribuire a creare e diffondere una cultura condivisa in tema di protezione e tutela ambientale. Elemento questo che sta alla base di tutto il progetto, insieme al coinvolgimento delle Società locali ed in primo luogo dei Produttori agricoli per i quali può concretizzarsi una opportunità che ne valorizza la professionalità e che può garantire ritorni economici, sociali, e di immagine.                                                                                                    Vi ringrazio per la attenzione e vi lascio allo sguardo severo  di questo Barbagianni , fotografato a S. Rocco di Lussello. Qui da noi per il suo aspetto elegante e signorile vien chiamato ” la Dama”.                                                                     Temo che anche lui si aspetti qualcosa da noi!…

P1140447